Resident evil Umbrella chronicles Dalla metodologia di gioco all doom arriva per wii il nuovo capitolo della saga

Console Wii Nintendo

autoredi data14 Aprile 2009 - 21:04 commentiNessun commento 1318 letture

Resident evil Umbrella chronicles
Dalla metodologia di gioco all doom arriva per wii il nuovo capitolo della saga
!

resident-evil-umbrella-chronicles-cover-1-m

Non ci sono dubbi, quando c’è da sfruttare una serie di successo, Capcom non è seconda a nessuno, La casa giapponese, ha saputo più volte sfruttare e valorizzare il valore dei propri personaggi e le storie di cui sono protagonisti attraverso sequel e prequel, che hanno il pro di aggiungere sempre qualcosa di nuovo sul quadro generale pur lasciando delle questioni in sospeso ad uso e consumo delle produzioni successive, Resident evil è un perfetto esempio di questo.

In questo capitolo, decisamente diverso dai precedenti sotto ogni aspetto, si sviluppa un’altra metodologia di gioco. Inanzitutto abbandoniamo, la prospettiva in terza persona per abbracciare quella in prima persona, alla Doom , per capirci, che con l’ausilio dello wii zapper, acquisisce un tono molto realistico e di enorme impatto grafico.

Questo titolo, ripercorre tutti gli episodi precedenti, da resident evil , a resident evil 2 , resident evil 3 e resident evil zero, tutto con un azione enorme e una grafica notevole. Ricorda moltissimo il predecessore The house of the dead, precedentemente uscito per SEGA. Ritroviamo in questo titolo, tutti i protagonisti delle precedenti edizioni, contro una miriade di zombie, a ritmi da cardiopalmo.

In un metodo di gioco, molto limitato come in questo caso, per intenderci , dove non ci si muove, si spara solo, proprio come in the house of the dead, è difficile tenere il giocatore sempre attento e direttamente coinvolto nella partita, Resident evil Umbrella chronicles ci riesce benissimo, sfruttando al massimo tutto il potenziale fornito dai predecessori della saga, riportandone tutte le ambientazioni, i mostri ecc.

il gioco ha uno svolgimento fluido, con molti mostri minori, ed un “boss “ alla fine di ogni livello, tanti bonus nascosti da scovare a suon di proiettili in ogni livello, e come vuole la tradizione di resident evil tanti extra da sbloccare.

Se ci sono contro di questo titolo sono di sicuro i seguenti:l’estrema sensibilità del sensore fa si che senza l’uso dello zapper, il gioco diventa difficile da svolgere, per la difficoltà dei puntare il mirino nello schermo. Però un punto a favore è la possibilità di poter usufruire di una modalità multiplayer interessante.

Per concludere, un titolo davvero interessante, che vi terrà incollati alla poltrona sparando ad ogni cosa malvagia che vi si para davanti. Quindi , sicuro che ai fan della serie farà impazzire.. buona raffica di proiettili!


Lascia un commento.

Bambine

ffff