20 richieste per la nuova generazione di console

Novita Videogiochi

autoredi data10 Novembre 2008 - 22:11 commentiNessun commento 1277 letture

20 richieste per la nuova generazione di console

Una delle richieste dei videogiocatori arrabbiati

Sempre parlando di articoli interessanti e curiosi, pochi giorni fa ci siamo imbattuti in un articolo scritto da un gruppo di giovani americani che è piaciuto molto ai lettori tanto che in moltissimi ci hanno commentato scrivendo la propria. Si tratta di una sorta di manifesto che illustra non troppo brevemente e con un linguaggio prettamente slang quelle che sono le richieste di un destinatario modello del mercato videoulico. Questo manifesto ha subito attirato la nostra attenzione per una serie di fattori molto importanti tra i quali, ad esempio, il fatto che la lista redatta si riferisce ad una ipotetica nuova generazione di console che quindi si trova attualmente in uno stato prettamente embrionale.

Bisogna quindi chiedersi se mai una di queste richieste verrà  soddisfatta oppure siamo ancora in alto mare. Facendo un sommario vorremmo prendere alcuni dei punti più salienti di questo manifesto e vedere di analizzarlo secondo i nostri personalissimi canoni. Per prima cosa il gruppo chiede di fare qualcosa per quanto concerne la AI (intelligenza artificiale). In un primo momento pensavamo che il gruppo denunciasse l estrema facilità  di alcuni giochi invece si trattava dell esatto contrario! La AI, si dice, è troppo intelligente e sorpassa ampiamente quella di un essere umano medio.

Ci permettiamo di differire da questa opinione. Ormai i giochi delle nuove generazioni sfiorano il ridicolo per quanto concerne tale intelligenza artificiale, vedi ad esempio Eternal Sonata che è davvero semplice ed elementare anche in versione Encore. In seguito il gruppo chiede una maggiore omogeinizzazione tra grafica dei filmati e grafica effettiva del gioco. Su questo punto crediamo che ci si sta già  ampiamente lavorando e poco importa che si sia fatto un esempio usando un caso limite come quello di Final Fantasy 8. Ormai moltissime software house non trovano più necessario usare i tanto blasonati FMV (Full Motion Video) che tra le altre cose consumano solo spazio e basta.

Per ultimo (ma i punti da analizzare sarebbero molti di più in realtà ), si richiede una maggiore corrispondenza tra artwork dei personaggi e la trasposizione effettiva digitale. Anche su questo punto le software house ci stanno ampiamente lavorando e anche in tal caso facciamo l esempio di Eternal Sonata dove i due modelli sono praticamente uguali. Nel sito si usava questa richiesta per mascherare una sotto richiesta più subdola e cioè quella di rendere i videogiochi più libertini e più dedicati agli adulti. Tutto questo ci fa pensare che a questo gruppo poco importa del pubblico giovanile che deve continuare ad essere tutelato in tutte le sue forme.


Lascia un commento.

Bambine