Recensione Consolle: Play Station 3.

Console Ps3 Euro

autoredi data19 Gennaio 2009 - 21:01 commentiNessun commento 1464 letture

Play Station 3

ps31

Son passati oltre dieci anni da quando la Sony ha immesso sul mercato il suo primo gioellino, che, all’epoca, cambiò le abitudini e il modo di divertirsi di milioni di giovani e non solo: stiamo parlando della Play Station, che ha segnato senza dubbio la svolta o il confine fra gli anni che furono, (quelli dei video games da bar o del nintendo col joystick a due tasti), con l’era del divertimento casalingo in alta definizione e assoluto coinvolgimento. Sulla scia del sega mega drive venne infatti riproposto un sistema di controllo a più tasti, ben presto anch’egli succeduto dal controller analogico!

Il boom fu incredibile, milioni di consolle vendute, incassi stratosferici e, di conseguenza, la necessità dopo qualche anno di riguardarsi intorno per farsì che le altre nate, x box, gamecube, nintendo 64 e cosi via, non si avvicinassero troppo agli standard di casa Sony. Risultato: la play station 2, altra uscita rivoluzionaria, dotata di grafica eccelsa e giocabilità sempre più coinvolgente e divertente. Successo bissato, se non migliorato, e risultati positivi sotto ogni punto di vista che hanno portato per l’ennesima volta, i tecnici a sviluppare e rilanciare sul mercato la loro terza, grandiosa creazione: la Play Station3.

Stavolta il taglio col passato è stato molto più evidente: oltre ad una grafica ammirevole, un sistema di controllo per la prima volta senza fili e un’estetica altamente futuristica, la PS3 è apprezzata per la possibilità di giocare online contro avversari di tutto il mondo, stando comodamente seduti in poltrona e collegando il nostro modem alle sue uscite USB o Ethernet, rendendo di fatto questa consolle una fonte di divertimento non unicamente interfacciata col computer, ma con persone in carne ed ossa e molto più competitive dell’intelligenza virtuale. Per la prima volta inoltre, la Sony presenta la possibilità di salvataggio su Hard Disk piuttosto che su memory card, aumentando quindi notevolmente lo spazio e consentendoci di inserire al suo interno diverse e innumerevoli tipologie di file.

La consolle, fu lanciata per la prima volta in Giappone e America, verso la fine del 2006, arrivando quindi nel Vecchio Continente a Marzo del 2007, dove conobbe il successo che tuttora la sto contrassegnando come miglior fonte di divertimento di tutti i tempi, in relazione alle vendite e alla richiesta sempre alta ad ormai oltre 2 anni dalla sua data di lancio.

ps3-1

Quello che ha stupito tutti però, è stato l’incredibile numero di porte atte alla connettività della PS3 con l’esterno: a seconda della versione infatti, oltre a variare la dimensione del disco rigido (da un minimo di 20 fino ad un massimo di 160 gigabyte!), potremo avere porte USB (generalmente 2, ultimamente 4), la connettività WI-FI, il lettore di Flash Card, un supoporto SACD, per chiudere con la particolarità estetica relativa alla cromatura della barra, utile per rendere la nostra consolle un prodotto di una certa bellezza esteriore.

A chiudere l’innumerevole serie di dotazioni e vantaggi offerti dalla PS 3 , ecco il lettore Blue Ray il quale offre un transfer rate di 48 Mbps e una possibilità di lettura dischi vastissima: sarà infatti possibilie riprodurre oltre ai giochi in commercio sia per PS 3 che PS 2, anche le diverse tipologie di DVD presenti attualmente sul mercato, quali i DVD +R e –R, rescrivibili e non, più i cd e gli speciale SACD musicali, audio disc e dual disc. Utilità che in un primo momento potrebbero sembrare banali e inutili, ma che con l’avanzare della tecnologia potrebbero risultare molto più importante di quanto attualmente non sembrino.


Lascia un commento.

Bambine

ffff