Sony PSP clone: Pop Station?

Novita Videogiochi

autoredi data13 Ottobre 2008 - 07:10 commentiNessun commento 1654 letture

Sony PSP clone: Pop Station?

Il clone illegale di Sony PSP. State attenti!

Incredibile, ma vero, ciascuna console ha sempre un proprio clone (e quando gli va peggio solo uno altrimenti può vantare di averne anche una decina se non di più!). Questo articolo non vuole certo mettersi ad elencare le console copiate da quelle più famose, ma vorrebbe fare una riflessione in merito anche perché da poco tempo è uscita la famigerata Pop Station, l ennesima copia della nostra amata Sony PSP ormai nella casa di moltissimi videogiocatori italiani. In che cosa consiste questo fenomeno? E presto detto: in pratica in Cina vengono fatte delle console con una linea praticamente uguale a quella originale.

Ma perché proprio in Cina?
Anche questo è presto detto. In Cina non esiste in alcun modo la tutela del diritto d autore per cui anche se una idea viene dall estero essa può essere spudoratamente copiata ed è proprio questa la ragione per la quale moltissimi prodotti dell alta tecnologia asiatici spesso e volentieri sono qui del tutto illegali. In ogni caso l uguaglianza di queste console è solo apparente perché nella quasi totalità  dei casi, la macchina ha un bios del tutto differente che le consente delle funzioni diverse e quasi sempre inferiori rispetto a quelle del bios originale.

Prendiamo come esempio proprio Pop Station:
questa simpatica console sembra uguale identica a Sony PSP, ma quando la si accende si ottiene un menù multimediale dai colori estremamente piatti tendenti all azzurro. Il menù è tutto statico e persino bruttino da vedersi, con svariate icone che permettono la riproduzione di limitati tipi di file. Anche il menù richiama quello originale di Sony PSP persino negli stessi disegni delle icone. Ad ogni modo al centro del menù, costantemente visibile in qualsiasi operazione voi facciate, è presente un altro schermo.

Deludente è proprio lo schermo interno di Pop Station
perché è tipo a cristalli liquidi, è totalmente in bianco e nero e permette a giochi della generazione del primo vecchio Game Boy di girare. Nessun videogiocatore di oggi accetterebbe mai di prendere in mano una Pop Station, non vi è nulla da dire! Ovviamente Pop Station non è l unico esempio di console che lascia il tempo che trova. In Cina possiamo già  trovare la bruttissima GM 219: in questo caso siamo di fronte ad un cellulare sempre con il volto della Sony PSP, anche questo di origine cinese ed anche questo sull orlo della più totale illegalità . Aprite gli occhi e state sempre attenti, quindi!


Lascia un commento.

Bambine