Recensione Consolle: Nintendo Wii, un vero e proprio terremoto rivoluzionario nel campo dei videogiochi.

Console Wii Nintendo

autoredi data19 Gennaio 2009 - 21:01 commentiNessun commento 1320 letture

Nintendo Wii

wii1

Dopo l’uscita di veri e propri mostri sacri nel campo dell’intrattenimento virtuale quali Play Station 3 o X Box 360, in molti si chiesero quale fosse il primo passo da compiere per migliorare ulteriormente questa branca della tecnologia, cosi vicina e presenta nella nostra vita quotidiana; la risposta semiseria che spesso e volentieri veniva data era quella che un giorno saremo stati noi stessi a calarci nei panni del giocatore, al punto di comandarne i movimenti fisici e le reazioni nel gioco.

Se anche voi avete sostenuto questa difficile ma affascinante tesi allora siete stati di recente accontentati: la Nintendo, in data 19 Novembre 2006 ha lanciato il suo fiore all’occhiello che promette di rivoluzionare il mercato dei videogiochi per via della sua assolutà novità: la Nintendo Wii. Questa consolle, per la prima volta nella storia, propone un sistema di controllo ad infrarossi che va oltre i semplici joypad a 8 o 12 tasti: il controller in nostro possesso infatti permetterà al personaggio da noi utilizzato nei vari giochi di muoversi come piace a noi, dandogli i vari input proprio col movimento del nostro corpo!!

Pur essendo uscita solamente 2 anni fa, questa consolle ha una storia ben più lunga, essendo stata pensata e sviluppata a partire dal 2001, quando la tecnologia non consentiva ancora determinati passi avanti. I tecnici di casa Nintendo tuttavia non hanno demorso, ma pazientemente son riusciti ad aspettare e sviluppare la loro idea fino a presentarla fra lo stupore generale in Giappone, dove il loro lavoro è stato giustamente premiato da opinioni entusiaste provenienti prima dalla terra del Sol Levante e poi da ogni parte del mondo.

wii-1

Anche il nome ha una storia particolare e ben ponderata alla sue spalle: come recita una nota rilasciata direttamente dalla casa produttrice, Wii suona come “noi” in glese (We appunto), e ciò evidenzia il fatto di come questa sia una consolle adatta a tutti, oltre che essere un nome facile da essere ricordato da tutte le persone parlanti qualsiasi lingua del mondo.

Nessuna confusione, nessuna abbreviazione quindi, solamente tre lettere: Wii. Tuttavia, alcuni sviluppatori e produttori di giochi hanno di recente criticato questo nome definito troppo semplicistico, spingendo per il vecchio nome col quale il progetto era stato lanciato, ovvero “Nintendo Wii Revolution”, nome più imponente e di maggior impatto verso un pubblico anche adulto. Già, perché la sfida più difficile che la Nintendo si è prefissa, è stata quella di avvicinare alle nuove consolle anche i grandi, in quanto i più giovani sanno ormai già tutto di Play Station e X Box, sperando in un ritorno al divertimento in primis fisico oltre che mentale come quando si gioca con i joypad tradizionali.

I giochi prodotti, inizialmente sono stati un pochino al di sotto delle attese, per via di una grafica non proprio eccelsa sulla quale i tecnici hanno potuto lavorare meno per via dei lunghi tempi di progettazione. Tuttavia, il divertimento e la novità inserita nella giocabilità, hanno spazzato via ogni perplessità relativa a questa bellissima consolle: l’esperienza di gioco è veramente coinvolgente e addirittura stancante! Partite di tennis, bowling, pugilato e golf (per citare il caso del gioco Wii Sports) se disputate in gruppo di 2, 3 o 4 amici, renderanno speciali le vostre serate, facendovi scoprire un gioco come mai l’avevate visto. La vera novità del nuovo millennio.


Lascia un commento.

Bambine

ffff