Gioco per Playstation 3: Assasin’s Creed, un misto tra storia e futuro

Giochi Ps3

autoredi data20 Dicembre 2008 - 17:12 commentiNessun commento 4064 letture

Assasin’s Creed

assassins-creed

Nel settembre del 2012 un barista viene rapito e sottoposto al progetto Animus in grado di visionare le memorie di chi lo usa. Scelto per via della relazione con il suo antenato Altaïr vissuto durante la Terza Crociata in Terra Santa, c’è particolare interesse su qualcosa con il quale esso è venuto a che fare. Si rigettano i ricordi e Altaïr che con il suo comportamento mette in pericolo tutta la setta venendo degradato al grado Novizio, per redimersi, dovrà avventurarsi nella Terra Santa uccidendo 9 uomini responsabili di fomentare la guerra in corso, riportando la pace e il suo grado di Assassino.

Ci sono tre città nelle quali dare spolvero alle nostre doti: Damasco, Acri e Gerusalemme, molto differenti tra loro per conformazione e colori. La prima è caratterizata da colori caldi, dalla tinta sabbiosa che risalta la pietra delle sue costruzioni, la seconda con tonalità più spente tendenti al blu evidenziano lo stato di difficoltà e di povertà, infine la terza, anche se meno popolata è contraddistinta da un filtro tendente al verde chiaro. Incidono sulla spettacolarità visiva, sulla vastità risultando complessivamente una grafica molto curata e piacievole nel girare liberamente in esse.

Ricordo dopo ricordo la nostra missione sarà composta da quattro parti, a noi il compito di svolgerle come meglio crediamo ma devono essere fatte, essenziali, per l’avanzamento del gioco e ritrovamento dei nostri obiettivi: raccolta di informazioni sul soggetto, approccio, omicidio e fuga. Le dinamiche sono nella silenziosità, usando la gente ci si potrà nascondere e far perdere le tracce, avvicinarsi a chi vogliamo interrogare, borseggiare per il rinvenimento di prove e documenti o eliminare o nella violenza però non sempre efficace perchè la folla chiamerà le guardie.

Nel sistema di controllo tra le movenze si gestirà anche la corsa e la preghiera, mentre il sitema di combattimento è suddiviso in attacchi di “Alto Profilo” con l’utilizzo della spada modulando la forza dei colpi, difendendosi con parate e contrattaccando e “Basso Profilo” con il quale spesso gli abitanti, in un primo momento, non si accorgono di nulla, con gli analogici si sceglie la tipologia d’attacco tra i pugni, la piccola spada montata sul polso della nostra mano sinistra senza anulare per l’utilizzo al meglio, invisibile o il normale pugnale che può essere scagliato dalla lunga distanza.

Altri elementi interessanti sono la mappa in tempo reale in basso a destra o approfondita nel menù dello start e le fasi di gioco a cavallo. Aree lunghe e pullulanti di soldati in grado di riconoscerci, da coprire al galoppo, al trotto oppure a passo d’uomo, in fughe e attacchi a sorpesa con incursioni rapide e dirompenti sotto la nostra spada o impennandolo, sarà utilissimo a patto di non trovarci in spazi angusti. Sempre controllandolo senza cadere da sopra di lui salterà ogni ostacolo che troverà sul suo cammino. L’intelligenza articiale dei nemici è buona per la testardaggine nell’inseguici.


Lascia un commento.

Bambine

ffff