Recensione Consolle: Sony Play Station 2.

Giochi Ps2

autoredi data19 Gennaio 2009 - 21:01 commentiNessun commento 1341 letture

Sony Play Station 2

ps2

Quella che attualmente è la via di mezzo tra vecchia (PS 1) e nuova (PS 3) generazione, rimane ancora la preferita da molti, per via del suo più accessibile rapporto qualità – prezzo , che, grazie anche all’avanzare delle nuove tecnologie e delle nuove vendite di consolle quali appunto PS 3, Nintendo Wii, X Box 360 e affini, hanno permesso una notevole riduzione dei costi delle consolle aventi ormai qualche anno in più, rendendo cosi irrisorio un suo acquisto, sia tramite negozio che in particolar modo su internet, dove spopolano offerte clamorose con consolle e decine di giochi per meno di 100 euro, prezzo inimmaginabile sino a qualche anno fa.

Ma cos’è che ha reso tanto celebre la Play Station 2, tanto da far affezzionare tutti i suoi giocatori, fino a preferirla alle volte anche alla nuova nata indipendentemente dal costo e dalle indubbie minori qualità tecnico grafiche? Era il lontano 1999 quando venne annunciato il suo sviluppo e la sua creazione, cosi che nel 2000 fece la sua prima comparsa in Giappone, da sempre terra di innovazione elettronica e tecnologica, avanguardi e punto di riferimento per tutti i prodotti di nuova generazione.

Ad oggi invece, la PS 2 risulta essere la miglior consolle di tutti i tempi (in competizione con la prima uscita), grazie alle sue 140 milioni di copie vendute, cifra impensabile se si pensa anche alle numerose e differenti consolle presenti sul mercato, altrettanto belle, ma evidentemente non aventi la fama del gioiellino di casa Sony.

Sebbene all’epoca vi furono dei ritardi, che causarono agli inizi del 2000 la vendita di poche migliaia di consolle e il suo commercio solamente online con evidenti disagi le contemporanee uscite di altre consolle concorrenti le prime uscite per giocare online ma solo su X Box, la play station 2 rimase nelle grazie dei suoi pazienti amanti, che l’aspettarono, in un’attesa sempre più corta che alla fine ripagò ampiamente tutti in quanto a prestazioni e divertimento.

Punti forti della nuova consolle, furono la più innovativa e tecnologica linea estetica, non più grigia come nella uno ma nera con riferimenti viola, inizialmente, salvo poi uscire con altre decine di livree tutte molto avveneristiche e comode pre utilizzare la PS 2 anche come ornamento estetico casalingo una volta spenta.

ps2-1

Alleggerito il controller, sebbene gli ultimi usciti per PS 1 vennero resi compatibili anche con la successiva, rendendo meno traumatico il passaggio dall’una all’altra “stazione di gioco”. Per la prima volta, un potentissimo lettore cd consentiva ad un prodotto della Sony di leggere anche i supporti ROM DVD oltre ai tradizionali e meno capienti compact disc, i quali limitavano oltretutto anche la capacità di innovazione dei giochi, per via appunto della loro misere dimensioni ROM.

Divenne cosi possibile anche guardare film o contenuti differenti grazie alle varie modifiche, fino a poter utilizzare addirittura le penne usb e mp3 negli appositi spazi riservati. Venne altresì aumentata la capacità di memoria della memory card, arrivando fino a 64 mega byte, e consentendo decine e decine di salvataggi aggiuntivi; inoltre, il boom di vendite permise da subito di attuare prezzi concorrenziali per ogni singolo pezzo, sia esso joypad, memory card, cavo o cd. Se siete alla ricerca del divertimento di alta qualità ad un prezzo contenuto non c’è dubbio: la PS 2 è ancora quanto di meglio si possa trovare in vendita.


Lascia un commento.

Bambine

ffff