Gioco per Playstation 2: God of War, mettetevi nei panni di questo eroe spartano

Giochi Ps2

autoredi data20 Dicembre 2008 - 17:12 commenti2 commenti 2853 letture

God of War

Kratos, spartano, un tempo conduceva l’inarrestabile esercito. E’ spietato, furente. Braccato dalla follia, dagli incubi e dal rimorso dei suoi peccati tra i quali, per mano della sua furia accecante, sottomesso ad Ares con un patto adempito, ha perso moglie e figlia e con un sortilegio le polveri di esse rimarranno attaccate alla sua pelle, spiegando il suo colorito bianco, ormai è diventato il guerriero al servizio del padre degli Dei e di Atena. Dopo dieci anni, per loro, è giunto il momento di perdonargli tutto dopo il compimento di un ultima impresa: un compito su tutti, sconfiggere Ares.

Approfittando del raggiungimento dell’obiettivo anche per vendicarsi del tradimento subito, usato come macchina da guerra per secondi fini da esso verso chi lo comanda adesso, quest’ultimi trasferitogli i poteri per l’impossibilità degli Dei di combattere gli uni contro gli altri saremo impegnati in un ambientazione ricca, ampia e imponente. La grafica è pulita e definita lasciando stupefatti dalla bellezza e dal realismo di alcuni scorci di Atene, dalla perfezione delle ricostruzioni degli edifici dell’antica Grecia e dello stile classico della penisola mediterranea.

Le dinamiche e dopo una morte ripeterle non sarà frustrante, questo grazie ad assidui chekpoint automatici ed a punti di salvataggio ben dislocati danno un gusto di distruzione e di divertimento elogiando la nostra arma, le Lame del Caos attaccate ad una catena ai nostri avambracci che portano la telecamera a zoomare sul protagonista al momento dell’uso negli scontri. Verremo anche soccorsi e rinforzati da doni divini e il raccoglimento di sfere di diverso colore (rosso accresce l’esperienza da usare per rinforzare le armi, verde ripristina la salute e blu la magia) è utile per queste funzioni.

Con l’uso dei comandi potremo fare prese vigorose, balzi, piroette letali e decine di mosse poste come colpo di grazia, un mostro in fin di vita avrà sopra la sua testa l’icona del tasto cerchio del nostro controller, dopodiché si agirà sul malcapitato seguendo i comandi visualizzati sullo schermo. Su quelle azioni ne valeva la pena fermarsi e per il colore rosso sempre presente addosso a Kratos e per gli scenari, lasciato dal nostro passaggio frenetico dai malcapitati, il gioco non è consigliato per un età sotto la soglia dell’adolescenza.

La presenza di enigmi varia la giocabilità del solo attacco e portando a termine l’avventura, che si assetta su livelli di difficoltà piuttosto impegnativi già in modalità normale; nella difficoltà Dio auguro ancora di più buona fortuna per chi oserà, si sbloccano alcuni contenuti speciali che mostrano fra le altre cose, i livelli e le idee che gli sviluppatori hanno dovuto abbandonare per mancanza di tempo. L’impressione è che se quelle idee fossero state aggiunte nel gioco, lo avrebbero reso migliore ma sicuramente vedremo i livelli eliminati comparire nel sequel per PS3.


2 Commenti a “Gioco per Playstation 2: God of War, mettetevi nei panni di questo eroe spartano”

  1. lify ha scritto:

    a me mi piaciono i gichi di guerra e di lotta

  2. PS3 ha scritto:

    Good day very nice web site!! Guy .. Beautiful .. Wonderful .. I will bookmark your site and take the feeds additionally?I’m glad to search out so many helpful information here within the submit, we’d like work out extra techniques in this regard, thanks for sharing. . . . . .


Lascia un commento.

Bambine

ffff