E3 sul lato hardware e console

Una delle console presentate a questo E3, il Micro Gameboy

Riuscire a riassumere un evento gigantesco come lo E3 (seconda fiera mondiale dopo il Tokyo Game Show dedicata al mondo dei videogiochi ed affini, tanto per chiarirsi) con un paio di piccoli articoli è stata una mera illusione tanto che siamo stati costretti a redigere questo terzo articolo che si focalizzerà  più che altro su quelle che sono le novità  relative alle console e quindi al mercato hardware. Già  che ci siamo, però, vorremmo anche segnalare una piccola novità  molto curiosa dal punto di vista software. In pratica pare che durante lo E3 sia stato annunciato un gioco dimenticato ormai da parecchi anni che si intitola Call Cthulhu: Dark Corners of the Earth. Quando abbiamo visto questo titolo riecheggiare non volevamo sinceramente crederci.

E mai possibile, di fatti, che un gioco così vecchio possa far ritorno ai nostri tempi. E se sì, con quali spoglie? Dal momento che non è stato più aggiunto nulla su questo Call Cthulhu: Dark Corners of the Earth stiamo iniziando davvero a credere che si sia trattato di uno scherzo di Aprile largamente anticipato e che quindi non sia affatto reale. Passando invece al mercato hardware come promesso prima, pare che allo E3 ci sia stata una speciale intervista con il boss Steve Ballmer, responsabile della Xbox 360 il quale ha fatto alcune dichiarazioni che per adesso rimangono top secret.

Andando invece a parlare di PS3, ciò che ci si aspettava da tempo non è ancora arrivato. Ci stiamo riferendo ovviamente al tanto aspirato abbassamento dei prezzi. Dopo tutto Nintendo Wii ha già  dichiarato la sua volontà  di fare delle speciali promozioni natalizie, mentre la Xbox 360 ha portato a 179 euro la sua console nella versione base che non è affatto male. Non riusciamo, quindi, davvero a capire come mai la Sony PS3 non si adegui e non abbassi il prezzo pure lei dal momento che è attualmente quello più esoso di tutti. Per noi è come tirarsi un po la zappa sui piedi.

Sempre rimanendo in tema di perplessità , questa stessa sensazione noi la abbiamo avuto quando ci siamo trovati di fronte una sotto specie di mini console lanciata da Gizmondo e che si chiama Game Boy Micro. Ancora non riusciamo a comprendere dove, una console bistrattata come la Gizmondo, abbia trovato i soldi necessari a finanziare questo oggetto. Non riusciamo davvero a carpire quale potrebbe mai essere la utilità  di questa console: ha uno schermo microscopico ed una forma assolutamente poco anatomica. Sicuramente davanti a una console bellissima quale la Nintendo DS non potrà  fare altro che sfigurare a priori.

Lascia un commento