Sin Episodes Emergency e lo Steam della Valve

Novita Videogiochi

autoredi data6 Dicembre 2008 - 09:12 commentiNessun commento 1150 letture

Sin Episodes Emergency e lo Steam della Valve

Riprendiamo la rubrica dedicata ai videogiochi e alle grande novità  segnalandovi una notizia che ha suscitato in noi delle sensazioni nettamente contrastanti. Abbiamo ricevuto questa notizia da poco da un portale americano specializzato e siamo rimasti del tutto a bocca aperta. In pratica pare che si stia avviando un nuovo sistema di distribuzione sia di videogiochi che di film che si chiama Steam. Tale sistesma nasce dalle menti geniali della Valve e prevede una nuova forma di distribuzione che permetta sia a videogiocatori che ad amanti del grande cinema di potersi godere comodamente i propri prodotti a casa, senza andarli a cercare nei negozi e soprattutto senza spendere cifre spesso folli ed assolutamente ingiustificate.

Naturalmente lo Steam della Valve è cento per cento legale, quindi state tranquilli. In questo momento, per il lancio del servizio, lo Steam ha già  messo a disposizione una serie televisiva in più puntate che si chiama Sin Episodes ed ovviamente assieme a Sin Episodes, abbiamo anche il mitico videogioco che si chiama Sin Episodes Emergency, un gioco che tutti vorrebbero per PC perché rappresenta una delle ultimissime frontiere dell FPS (First Person Shoot em up e cioè spara tuttyo in prima persona). Inutile dire che abbiamo moltissime considerazioni da fare circa questo sistema e crediamo che, purtroppo, nonostante gli sforzi, sarà  del tutto fallimentare.

Per prima cosa lo Steam della Velve per adesso crediamo che farà  poca presa sul pubblico italiano e questo per una semplice ragione: si tratta di un sistema di distribuzione che è in lingua inglese perciò anche i prodotti che distribuisce sono tutti americani. La cosa più bella di questo sistema Valve è che abbatte ogni tipo di costo di produzione permettendo alle persone di scaricare quello che vogliono spendendo, a detta loro, molto, ma molto di meno. Ci sarebbe da chiedersi de le cose stanno veramente in questo modo. Ad esempio per noi venti dollari tondi tondi sono una cifra tremendamente alta per un solo episodio della saga di Sin Episodes.

Per adesso non sappiamo quanto costerà  il videogioco Sin Episodes Emergency, ma ci auguriamo molto meno altrimenti nessuno avrà  più voglia di passare su quei lidi. Forse il sistema della Valve avrà  successo solo per quanto concerne i videogiochi per PC dove non è strettamente necessario averli su supporto ottico e comunque dove la qualità  è sempre la stessa. Una cosa un po diversa per i film che, invece, sono ridotti a dover sottostare alla qualità  video. Non è molto appagante, di fatti, scaricare un Divx e guardarselo sulla TV in salotto con un lettore Divx rimettendoci anche il supporto ottico. Continueremo ad osservare, ma crediamo che il destino di Steam sia già  segnato.


Lascia un commento.

Bambine