UMD e Lions Gate Film

Il logo di Lions Gate Film in UMD

Vi ricordate che qualche tempo addietro vi abbiamo parlato per altro in maniera abbastanza dettagliata di quella che è la politica commerciale che la PSP sta avendo nei confronti del formato UMD di loro stessa invenzione? In quella sede vi abbiamo specificato che la Sony ha intenzione di imprre il formato UMD non solo come supporto ai videogiochi (scelta che non le gioverebbe in quanto l unico lettore esistente al mondo di videogiochi in UMD è proprio la PSP), ma anche come supporto ai film, per questo si è sempre mossa per poter stringere nuove alleanze con gruppi major i quali però, non hanno mai risposto in maniera del tutto positiva ai suoi appelli.

Almeno fino ad ora. Già , perché se in precedenza la povera Sony poteva solo contare su un paio di titoli o poco più, da trasporre sul formato UMD, adesso pare che la società  stia simpatizzando molto bene con una major cinematografica che si chiama Lions Gate. Naturalmente si tratta di una compagnia secondaria, ma per quello che ci riguarda potrebbe anche essere un buon trampolino di lancio per farsi conoscere ed apprezzare. La Lions Gate ha avuto in questi ultimi giorni alcuni intensi incontri con la società  nipponica nei quali ha definito quella che sarà  la line up di distribuzione dei propri film.

Il catalogo non comprenderà  solo film di passata pubblicazione come Rambo o Total Recall,
ma anche produzioni nuove, fresche fresce di cinematografo o di DVD come, adesempio, The Punisher, Open Water o the Saw. Per quello che ci riguarda non siamo interessati a nessuna di queste pubblicazioni, ma sicuramente molti altri lettori troveranno questa notizia davvero molto succulenta ed interessante. La Lions Gate si è poi ulteriormente sbilanciata sostenendo di voler continuare a supportare la Sony e il suo innovativo formato.

Per la Lions Gate, di fatti, questa alleanza non potrà  che portare buoni frutti in quanto considera il formato UMD, una grande novità  ed un sicuro investimento per il futuro che si rivelerà  del tutto vincente. Noi non ne siamo però ancora molto sicuri: certo… di strada ne è stata fatta dal momento in cui sul mercato si poteva solo vedere Final Fantasy 7 Advent Children, ma è pur vero che i limiti fisici di un UMD sono evidenti e sotto gli occhi di tutti. E ancora del tutto impensabile, a nostro modesto avviso, che un utente debba pagare quasi il prezzo di un DVD Full HD o di un Blue Ray (peggio ancora!) per potersi anche solo avvicinare ad un formato portatile come un UMD. Se la Sony rivoluzionerà  anche i prezzi allora forse saremo a cavallo.

Stay Tuned, comunque, per ulteriori informazioni a riguardo.

Lascia un commento