Gioco per cellulare Nokia: DARKEST FEAR 2

Giochi Nokia

autoredi data1 Dicembre 2008 - 21:12 commentiNessun commento 1259 letture

DARKEST FEAR 2

“Darkest fear”. Il titolo, tradotto in italiano significa “paura scura”. Si tratta di un genere di gioco sull’horror-investigativo, che “acchiappa” subito a primo impatto, per via della storia misteriosa che livello dopo livello, si fa sempre più chiara e coinvolgente.

Il gioco, debutta con una persona il cui volto è a noi non evidente perché avvolta dall’oscurità . Si tratta di un uomo che di mestiere fa lo storico: il dottor Thomas Warden, chiamato dalla moglie infermiera dall’ospedale di Grim Oack che chiede lui di trovare la loro figlia Helen, ricoverata in quell’ospedale ma scomparsa insieme ad altre persone. Chi avrà  rapito queste persone nell’ospedale di Grim Oak e soprattutto: perché?

Thomas, per scoprire dove sua figlia è tenuta nascosta, ha a disposizione la scia di sangue lasciata da colui che ha rapito le vittime compresa sua figlia, gli infermieri di turno nell’ospedale, i documenti riservati degli infermieri stessi con orari di turno ed impressioni sulla notte che trascorre, lanterne sparse per l’ospedale ed ovviamente sé stesso. Si tratta di una corsa contro il tempo: più in fretta trova sua figlia, più le speranze che possa trovarla in vita crescono.

Grafica davvero impeccabile nonostante si tratti di un gioco per il cellulare (e dunque con limitazioni riguardo la sua capacità  grafica che invece nel gioco non è percepibile) grazie ai colori nitidi e accesi. La scena di ricerca dello storico, è veramente stupenda e ad ogni livello, un pezzo di storia viene raccontata dal protagonista Thomas con scene del passato e del momento che egli sta vivendo, mostrate sotto forma di foto-slide (ovvero serie di foto che fanno si che il protagonista sembri muoversi).

In conclusione: Darkest fear 2 è un gioco ideale per coloro che amano il genere thriller ed horror, per via della sua storia da cardiopalmo carica di colpi di scena ed imprevisti. Avrete il coraggio di giocarci da soli al buio?


Lascia un commento.

Bambine