Rose Online e i MMORPG free to play

Novita Videogiochi

autoredi data19 Luglio 2008 - 08:07 commentiNessun commento 1299 letture

Rose Online e i MMORPG free to play

capolavoro o flop?

Il nostro sito simpatizza molto verso il genere dei MMORPG e cioè verso i giochi di ruolo online. Ne abbiamo già  parlato in precedenza andando ad analizzare quello che è l’andamento del genere stesso. Da un lato, di fatti, abbiamo dei MMORPG a pagamento che offrono dei servizi più o meno buoni, mentre dall’altro cominciano a scalpitare i giochi di ruolo online massivi del tutto gratuiti che permettono all’utente di poter accedere ad un mondo, anche molto grande e dettagliato, senza sborsare nemmeno un centesimo. Rose Online va contro tendenza e propone un titolo a pagamento “soft”.

Per “soft” intendiamo che il gioco si paga solo come abbonamento, ma tutti gli aggiornamenti ed il client sono del tutto gratuiti a differenza di un Final Fantasy 11 o di un World of Warcraft, tanto per citare due esempi. Inizialmente Rose Online (anche detto R O S E) doveva però essere gratis, ma poi fu applicata una leggera tariffa. Rose fa parte di quella serie di MMORPG coreani che hanno riscosso sempre un grande successo tra il pubblico mondiale proprio per la loro capacità  di attirare l’attenzione spesso nerd del popolo orientale e quella fantasista del popolo occidentale.

La produzione è curata da Gravity che ha investito abbastanza su questo titolo cercando di puntare su una rinnovata grafica in tre dimensioni. Rose Online, un po’ come avveniva in Ragnarok Online, presenta anche la possibilità  di scontrarsi tra diverse fazioni: forse non siamo ai livelli di una War of Emperium, ma resta il fatto che il gioco così congeniato potrebbe piacere anche perché è ambientato in una intera galassia dove è possibile accedere a sette diversi pianeti con diversi usi e costumi: una cosa mai vista prima in un qualsiasi gioco di ruolo online.

Nonostante tutto abbiamo diverse remore nei confronti di Rose Online.
Benché la grafica sia accattivante i personaggi sono tutti troppo in stile deformed con panciotti grassi e piedoni enormi. Oltre tutto, poi, il livello di personalizzazione del personaggio rimane ancora oggi scarso con la possibilità  di rendere il nostro eroe diverso dagli altri solo con l’uso di capelli strani e di armature particolari. Tra le altre cose, poi, il progetto è già  in perdita in alcuni paesi. Considerando l’atteggiamento di Gravity prevediamo che in futuro la società  accosterà  questo mondo in favore di un revamp del sempre apprezzato, ma continuamente sopravvalutato Ragnarok Online.


Lascia un commento.

Bambine