A Vampyre Story per PC, una favola dark approda nel mondo delle avventure

Videogioco PC

autoredi data27 Gennaio 2009 - 18:01 commentiNessun commento 1629 letture

A Vampyre Story

a-vampyre-story

Parigi, 1880, una diciottenne promettente cantante dopera, viene notata da un curioso figuro: nel quale si cela un vampiro. La ragione di quel particolare affetto si scoprir, fatto sta che verr rapita e condotta in un castello a Draxsylvania ricevendo una maledizione, che si trasformi anchella in un vampiro, rinchiusa tra le mura potendo volare dappertutto tranne che sulla superficie di un lago attorno alla sua prigionia. Dopo la morte del rapitore da parte di cacciatori di vampiri, dovremo aiutare Mona a farla tornare nella sua Parigi per fargli continuare ad inseguire i suoi sogni di gloria.

Se c un aspetto in cui il gioco eccelle senza dubbio lestetica. I fondali, pur nei limiti dellunica risoluzione possibile 1024X768, sono molto belli e si sposano altrettanto bene con il design dei personaggi, a patto che se ne stiano fermi, il che avviene durante quasi tutti i dialoghi. Quel che pi risalta dicevo, luso dei colori con un sapiente alternarsi di una dominante violacea con occasionali scorci color arancio, ocra per gli esterni e il color legno illuminato per gli interni, con qualche escursione nel verde. Tra questi scenari e la musica ovattata limpatto positivo.

Titolo retr, a due dimensioni ma pieno di stile con personaggi in 3D. Le dinamiche si svolgono nel castello e Mona non da sola. Il suo pi caro amico Frederick, pipistrello parlante che la consiglia, la sprona ad agire, la aiuta. Il castello poi popolato dai personaggi pi disparati, nessuno dei quali completamente umano. I vari gargoyle, le fontane, le dame di ferro sono tra quelli, ritrovandoci a parlare spesso e volentieri con elementi inanimati. Va precisato che A Vampyre Story unavventura grafica tradizionale.

a-vampyre-story-2

Come avventura grafica che si rispetti allora, linterfaccia costituita da una croce a comparsa associata alla pressione prolungata del tasto sinistro del mouse, mentre quello destro consente di accedere allinventario. Il men presenta quattro azioni fisse: sostanzialmente un agisci/apri, un esamina, un parla e un vola, arrichito poi di altri poteri. Un problema potrebbe essere nelluso del tasto destro perch consente anche di spostarsi tra una schermata e laltra oltre allaccesso dellinventario e nel fare questo pu capitare che ci si sposti invece, senza volerlo.

I requisiti minimi comprendono CPU Single Core da 1,6 GHz, RAM da 512 Mb, scheda video Nvidia GeForce FX/ATi Radeon 9500 e spazio sullHard disk di 3 Gb. Connessione nessuna. Il requisito che consiglio per un maggiore apprezzamento del gioco comprende solo CPU Single Core ma da 2 GHz, per il resto non sono necessarie ulteriori modifiche essendo un gioco che non richiede tanto dispendio dellHardware. Compatibile con un numero elevato di PC di media qualit, intratterr con divertimento tutti i giocatori, tra i quali i fan di questo genere intramontabile.

Colpa di uninterfaccia non comodissima? Colpa di enigmi che non risvegliano di molto linteresse? Colpi bassi, giocati a unambientazione comunque piuttosto riuscita, grazie soprattutto a un azzeccato abbinamento tra fondali molto ben disegnati e personaggi altrettanto ben modellati. Nonch a un uso dei colori quasi magistrale. Se questo genere di considerazioni in grado di incuriosire il bambino che c in voi, ben venga e il giudizio che d comunque sulla sufficienza, parere personale e perch non mi ha mai annoiato.

Le animazioni sono di tutto rispetto anche se con la barra spaziatrice si possono saltare come i dialoghi. La trama interessante e ne vale la pena dargli qualche possibilit tenendo conto dei difetti.


Lascia un commento.

Bambine