Recensione gioco per PC: Call of Duty.

Videogioco PC

autoredi data20 Gennaio 2009 - 21:01 commentiNessun commento 2062 letture

Call of Duty

cod

Quello che è stato per lunghi mesi il gioco di riferimento della Electronic Arts, in campo di guerra e riproduzioni di conflitti, rimane ancor’oggi nonostante le uscite più o meno felici di altri giochi di concorrenza altrettanto interessanti; stiamo parlando di Call of Duty, pietra miliare e gioco di punta per quanto concerne la guerra. Il game, ha da subito colpito per la sua serie di video che lo caratterizzano, conferendogli un aspetto drammatico e filmografico, il quale permette di inserire all’interno del suo contesto anche una storia che andrà  a completarsi con l’avanzare dei livelli, rendendo più coinvolgente e interessante la sua trama e la sua giocabilità .

Stando alle parole dei suoi creatori, intervistati dopo l’impressionante escalation di vendite avuta dalla serie Call of Duty, la vera forza di questa gioco sta nell’aver inserito al suo interno dettagli che mancano in tutti gli altri suoi colleghi (ad esempio Medal of Honor), funzioni le quali durante le gara portavano il giocatore a chiedersi come mai una determinata mossa non si potesse eseguire o perché quel tipo di strategia non si potesse attuare.

Ecco, questa è la forza di C. o. D.: la totale immersione nel campo di battaglia e la possibilità  di pianificare e studiare strategie diversive in modo da ingannare il nemico e sorprenderlo alle spalle. Allo stesso modo però, anche fattori per noi negativi quali un proiettile ben indirizzato verso le nostre parti vitali (testa e cuore) non ci consentirà  certo di sopravvivere ma ci stenderà  dritti al suolo, facendoci perdere la partita, per cui, occhi aperti!

Un altro fattore che ho notato, spesso e volentieri complesso o particolare in tutti i giochi di guerra, è il sistema di orientamento: la bussola infatti, ci mostrerà  la zona verso la quale ci spostiamo in maniera chiara, dandoci un ulteriore indicazione qualora venissimo centrati o sfiorati da un colpo: una freccia rossa infatti comparirà  sul lato dal quale questo colpo è stato effettuato, dandoci la possibilità  di metterci al riparo e rispondere rapidamente al fuoco. Infine, altra caratteristica troppo spesso trascurata ma fortunamente rivista e corretta dei tecnici dell’EA, è la possibilità  di raccogliere kit di sopravvivenza, non solo lungo certe zone del gioco ma anche in seguito all’uccisione di un nemico, il quale rilascerà  il kit che potremo raccogliere e utilizzare per curarci.

cod2

Difficilmente dovremo utilizzare un tasto “d’uso”, in quanto la maggior parte delle abilità  o bonus sparsi lungo il gioco saranno semplicemente da raccogliere, per cui, il vecchio tasto “u” sarà  utile solamente per aprire le porte e nient’altro. Altra particolarità : in C. o. D. non si può correre! Di contro, non si può nemmeno caracollare furtivamente, ma la velocità  del nostro passo sarà  costante, e sebbene non sarà  lento, nel muvoersi da un punto ad un altro, spesso ci farà  peroccupare, rendendo un rebus la nostra traversata anche sotto copertura del fuoco amico.

Potremo comunque abbassare la testa per rendere inferiore il volume del nostro corpo e quindi più difficoltoso trasformarci in un bersaglio mobile. Per cui, considerata la media velocità  di movimento, dovremo rivalutare la possibilità  di buttarci ventre a terra e compiere rotazioni su noi stessi qualora il fuoco nemico si facesse costante e dalla difficile soluzione.

Elmetto ben schiacciato in testa, fucile carico e stretto fra le mani, e pronti alla lunga marcia in terra straniera, la guerra è appena cominciata!


Lascia un commento.

Bambine